NientediPersonale.com

CAFFE’ AMARO/ La posta in gioco

CAFFE’ AMARO/ La posta in gioco
Agosto 17
07:44 2019

Il vero comandante degli etnoliberisti, come si è ampiamente capito non è il ringhioso doberman, ma il commercialista di Cazzago Brabbia. Lui il doberman vorrebbe Giorgetti ministro della economia.
Utile ricordare a utopisti, benpensanti e puristi, incapaci di separare il grano dal loglio il Giorgetti Pensiero, così si affrancano dalle loro paturnie ricorrenti, ragionando da panglossiani del partito, che non c’è.
IL Giorgetti pensiero espresso al meeting di Rimini di Comunione e Liberazione: “Il Parlamento non conta nulla, si cambia”., “La democrazia rappresentativa è ormai superata, il Parlamento non conta più nulla ed è inutile farne un feticcio le persone lo vedono come un luogo di inconcludenza. Il populismo ha vinto, prima in America e ora un po’ ovunque, e consacra il rapporto diretto tra leader e popolo”.
E ancora, le istituzioni vanno cambiate velocemente, per “non rischiare di buttare via la democrazia”.
“Bisogna mettere mano alle istituzioni, poiché altrimenti quello che sta accadendo intorno ai palazzi non potremo contenerlo”.
Ai puristi radical chic, perennemente insoddisfatti e incapaci di vista lunga va benissimo guardare il dito come tutti gli sciocchi invece della Luna.

Sull'Autore

Erasmo Venosi

Erasmo Venosi

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono commenti. Vuoi aggiungerne uno tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Cerca nel sito

Seguici su




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial