NientediPersonale.com

Perché non bisogna andare a votare per il rinnovo del Parlamento europeo

Perché non bisogna andare a votare per il rinnovo del Parlamento europeo
Maggio 24
07:33 2019

I Siciliani hanno due motivi forti per non andare a votare per le elezioni europee. La prima motivazione è che non c’è una forza politica che fa gli interessi della Sicilia. La seconda è che l’Unione Europea dell’euro di oggi è un lager dove a comandare sono massoni che nessuno ha eletto. Non vi fate infinocchiare da chi vi parla di “Un’altra Europa”. E’ una balla, perché l’Europa dell’euro non è riformarbile: va sbaraccata e basta

La scoperta di queste ultime ore è che nel tratto di mare che va da Licata a Ragusa, passando per Gela e Vittoria, le trivelle torneranno in azione. A quanto pare per andare a caccia di idrocarburi da raffinare in una nuova raffineria di Gela . Insomma, la bio-raffineria di Gela non si sa che fine farà. L’unica cosa certa è che la Sicilia si conferma l’ultima delle colonie italiane: si continua con gli idrocarburi ‘spirtusando’ il mare e, se si realizzano impianti per la produzione di energia solare, non si opta per piccoli impianti sui tetti o, magari, lungo le strade e le autostrade, ma li si vuole realizzare solo per speculazione ai danni della nostra Isola, puntando su mega-impianti al posto dei fondi agricoli. Vergogne su vergogne!

Già basta questo per dimostrare quasi matematicamente che votare, in Sicilia, in assenza di una forza politica legata agli interessi della nostra terra, non solo è inutile, ma è anche dannoso, perché si dà forza a partiti e politicanti da quattro soldi che lavorano contro la nostra Isola.

Guardiamo alla storia delle trivelle. Il Governo Renzi le ha autorizzate: e questo ci sta, perché il Partito Democratico, lungi dall’essere di sinistra, è oggi più che mai il partito della destra finanziaria ed economica europea. Un siciliano che vota PD, vota contro gli interessi della propria terra.

Ma anche votare la Lega di Salvini non è diverso: ricordatevi, cari siciliani che pensate di “cambiare tutto” con la Lega, che il partito di Salvini è a favore delle trivelle!

Così come a favore delle trivelle è Forza Italia; così come a favore delle trivelle sono tutti i partiti del centrodestra: ciarpame politico da evitare!

Dunque, se non volete il mare ‘spirtusato’ e l’agricoltura sbaraccata per fare posto agli speculatori delle energie alternative, tra pale eoliche e mega impianti fotovoltaici, non dovete votare né PD, né Forza Italia, né Lega.

Ma, attenti: il Movimento 5 Stelle è al Governo dell’Italia da un anno. Il Ministero dell’Ambiente è appannaggio dei grillini. Ma, fino ad oggi, come potete leggere su I Nuovi Vespri nell’articolo che trovate allegato, i grillini non hanno mosso un dito che bloccare il progetto “Argo e Cassiopea dell’off shore ibleo”.

Sia chiaro: la vergogna delle trivelle è solo uno dei tanti motivi che dovrebbero far riflettere i siciliani.

In Sicilia, insomma, ci sono due buoni, forti motivi per non andare a votare. Il primo l’abbiamo già descritto per sommi capi: l’assenza di una forza politica in grado di rappresentare i veri interessi della Sicilia. In particolare, andando a votare PD, Forza Italia o, peggio, la Lega di Salvini, si vanno a sostenere forze politiche che lavorano scientificamente contro la Sicilia.

Ma c’è una motivazione ancora più forte che deve tenere i siciliani lontani dalle elezioni europee: e cioè il fatto che l’Unione Europea dell’euro non è riformabile. I rappresentanti di tutte le forze politiche vi dicono che vogliono “Un’altra Europa”. Vi stanno prendendo in giro, perché l’attuale Unione Europea dell’euro non è riformabile: è solo da buttare.

In queste ore ci stanno riempendo la testa con i grandi risultati ottenuti dall’Unione Europea. Tutte fesserie col botto. Sappiate che, su 500 milioni di abitanti, l’Unione Europea ha ‘prodotto’ oltre 100 milioni di poveri!

Quando vi dicono “lottiamo per un’altra Europa”, ricordatevi di Tsipras, il capo del Governo ‘socialista’ della Grecia che ha svenduto mezza Grecia ai capitalisti, tedeschi in testa.

L’Unione Europea dell’euro è un lager dal quale nessuno che vi entra può uscire, proprio come l’Inferno di Dante. Guardate cosa sta succedendo nel Regno Unito: sono usciti dall’Europa ma sono ricattati: appena vanno avanti sulla strada della Brexit, guarda caso, esplodono gli ‘indipendentismi’ di Scozia, Irlanda e Galles… Alla fine, il Regno Unito, “p’unn’appizzarici ‘u sceccu cu’ tutt’a carrozza”, organizzerà un altro referendum, dove vinceranno gli ‘europeisti’. Il trionfo dello schifo della politica!

L’Unione Europea sta distruggendo le agricolture dell’Europa mediterranea. E stanno cominciando con quella greca e italiana. In Grecia la ‘Grande Unione Europea’ si è già ‘masticato’ l’intero Paese: a causa di un debito di circa 300 miliardi di euro hanno distrutto il Paese che è stato la culla della civiltà occidentale, togliendo ai cittadini greci la titolarità di porti, aeroporti e di intere isole.

L’Unione Europea, come scrive il filosofo e commentatore, Diego Fusaro, è “il culmine del dominio usurocratico del capitale, che con il debito impone la schiavitù e nuove radicali forme di classismo, delle quali la Grecia è un laboratorio a cielo aperto” .

L’Unione Europea ci fa mangiare il grano canadese (il grano duro per pasta, pane e pizze e il grano tenero per i dolci), ben sapendo che la produzione di grano che arriva dalle aree fredde e umide del Canada contiene glifosato e micotossine DON. E siccome gli ‘europeisti’ sono stati sputtanati, per farcelo mangiare lo stesso hanno innalzato i limiti di questi contaminanti! Sono solo dei banditi della peggiore specie!

Potremmo continuare con la gestione dell’euro, con la BCE che è una banca privata e controlla tutte le banche europee e via continuando con altre vergogne.

Se non volete avallare questo sistema non andate a votare. Se in Sicilia non voterà il 65% degli elettori che ne hanno diritto sarà un bel segnare da lanciare ai predoni della UE.

In Sicilia, oggi, non andare a votare per il rinnovo del Parlamento europeo è un grande atto di democrazia vera.

P.s.

Ricordatevi che il Parlamento europeo non serve a nulla.

Ricordatevi che è l’unico Parlamento del mondo che non approva leggi.

Ricordatevi che è il Parlamento più costoso del mondo: un parlamentare europeo ci costa 60 mila euro al mese per cinque anni!Sapete perché gli danno tutti questi soldi? “P’attupparici a vucca”, come si dice dalle nostre parti… 

Sull'Autore

Giulio Ambrosetti

Giulio Ambrosetti

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono commenti. Vuoi aggiungerne uno tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Rispondi

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial