NientediPersonale.com

Bisogna tutelare il reddito del grano duro nelle aree vocate

Bisogna tutelare il reddito del grano duro nelle aree vocate
agosto 07
08:00 2018

La situazione del comparto del grano duro in Italia è critica. Nell’attuale campagna produttiva -secondo gli ultimi dati provvisori- gli ettari seminati restano in Italia 1,3 milioni, più o meno gli stessi della precedente campagna. Grazie ad un lieve miglioramento delle rese in alcuni areali, la produzione segna invece un timido aumento intorno al 2% con un raccolto che si attesta su 4,3 milioni di tonnellate.
La qualità si presenta complessivamente buona in termini di proteine, mentre resta difficile la situazione dei prezzi di mercato che continuano a restare intorno ai 200 euro la tonnellata e ben al di sotto dei costi di produzione. Criticità anche per il Senatore Cappelli, con dati ben al di sotto delle previsioni e che confermano l’incapacità dei detentori di varietà, in regime di monopolio, di produrre semi a sufficienza per un mercato in espansione.
Dall’analisi di Cia emerge una situazione per gli imprenditori ancora complicata e il sostanziale fallimento di taluni accordi di settore tanto propagandati. Preoccupa l’import di prodotto, in contemporanea con la nostra trebbiatura, che porta un ulteriore compressione sui prezzi all’origine del nostro grano. L’Italia resta tra i paesi leader per la coltivazione di grano duro e primeggia nel mondo per la produzione della pasta, eccellenza del Made in Italy. Un comparto vitale che va tutelato. Ci appelliamo ad un intervento urgente del ministro, Centinaio per dare risposte concrete alla crisi del comparto.

Tags

Sull'Autore

Dino Scanavino

Dino Scanavino

Inprenditore agricolo e presidente CIA-Agricoltori italiani

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial