NientediPersonale.com

IL LIBRO/ll Coraggio di Essere Liberi

IL LIBRO/ll Coraggio di Essere Liberi
luglio 30
07:53 2018

 

Esiste veramente la libertà? E, se esiste, dov’è? Com’è? Come definirla? Se invece non esiste, perché tutti ne parlano, la ricercano, la pretendono?

In questo libro, Vito Mancuso affronta la questione in modo concreto, interrogandosi non tanto sulla libertà come concetto, quanto sull’essere liberi come condizione dell’esistenza reale. La domanda più importante qui non è: «Esiste la libertà?», quanto piuttosto:

«Tu ti ritieni libero? E se non ti ritieni tale, lo vuoi diventare? Hai, vuoi avere, il coraggio di essere libero?».

Per essere liberi, infatti, ci vuole coraggio. Guardando al mondo e agli esseri umani, quello che appare è uno sterminato palcoscenico su cui tutti si esibiscono indossando le diverse maschere imposte dall’esistenza, ma ognuno di noi, soprattutto in quei momenti in cui è solo con se stesso, sperimenta anche l’acuta sensazione di essere qualcosa di assolutamente differente e separato da tutto il resto, qualcosa di unico. La scintilla della libertà nasce da questa consapevolezza, per sostenere la quale è necessario però il coraggio: il coraggio di sottrarsi al pensiero dominante e scoprire nuovi valori in cui credere; il coraggio di scrollarsi di dosso le convenzioni che ci soffocano e costruire un rapporto autentico con gli altri e con se stessi; il coraggio di essere liberi per diventare veramente chi siamo.

Esiste veramente la libertà? E se esiste, dov’è? Come definirla? Questi sono gli interrogativi che si pone Vito Mancuso, facendoci capire che tutti noi nella vita quotidiana siamo abituati a recitare, come se fossimo su un grande palcoscenico, portando volta per volta la maschera idonea alla situazione in cui ci troviamo. La nostra libertà di esprimerci e di essere è infatti molto spesso condizionata dagli interlocutori che abbiamo davanti, dagli ostacoli che dobbiamo superare, dai luoghi che frequentiamo: secondo i casi, vestiamo dunque una particolare maschera per essere accettati e compresi. A chiunque, infatti – per paura, per convenienza, e a volte anche con le migliori intenzioni –, è capitato di sforzarsi di apparire come gli altri volevano vederlo. Dunque, la vera libertà la troviamo quando abbiamo il coraggio di guardare dentro noi stessi, in momenti di grande solitudine, o in compagnia delle persone che amiamo di più; e in generale tutte le volte che –magari grazie anche a un lavoro nel quale ci riconosciamo e che ci gratifica – riusciamo a esprimerci pienamente e a gettare via la maschera. Come tutti i libri di Vito Mancuso, anche questo – bellissimo – apre la mente, facendoci riflettere e discutere.

Romano Montroni presidente del Centro per il Libro e la Lettura (Cepell) istituto autonomo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che ha la funzione di diffondere e promuovere la cultura del libro e della lettura.

Sull'Autore

Redazione

Redazione

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial