NientediPersonale.com

Sono molte le cose da fare per il Paese e per l’agricoltura italiana

Sono molte le cose da fare per il Paese e per l’agricoltura italiana
giugno 05
13:12 2018

Ecco perché confidiamo che il nuovo Governo guidato da Giuseppe Conte, e che ha giurato il primo giugno al Quirinale, realizzi quel cambiamento che auspichiamo convintamente.
Da Cia-Agricoltori Italiani sono arrivati subito gli auguri di buon lavoro al nuovo esecutivo, esprimendo un particolare sostegno a Gian Marco Centinaio, neo ministro delle Politiche agricole, con cui speriamo di attivare, nell’immediato, un’importante sinergia che porti all’ulteriore sviluppo del settore primario.
Da parte nostra, c’è la massima disponibilità a collaborare, avanzando proposte e aiutando il dialogo.
Faremo responsabilmente ciò che ci compete in rappresentanza degli Agricoltori Italiani, continuando a tutelarne gli interessi e sollecitando le Istituzioni ogni volta che sarà necessario.

Il primo impegno è la difesa del Made in Italy agroalimentare –ha detto il ministro Centinaio nella sua prima nota ufficiale– sia contro le contraffazioni e l’italian sounding che in Europa. Faremo sentire la nostra voce e lavoreremo in sinergia con le associazioni di categoria, difendendo il lavoro e il reddito dei nostri agricoltori, allevatori e di quanti ogni giorno si impegnano per portare in alto il nome dell’Italia in questo comparto”.

Sull'Autore

Dino Scanavino

Dino Scanavino

Inprenditore agricolo e presidente CIA-Agricoltori italiani

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial