NientediPersonale.com

Gli aiuti europei: così come sono stanno veramente aiutando la nostra agricoltura?

Gli aiuti europei: così come sono stanno veramente aiutando la nostra agricoltura?
Marzo 25
17:58 2018

 

In Italia si sa, più che in altri Paesi, permane e si consolida la vecchia logica di speculare su tutto. IL sistema agricolo non è scevro da tutto questo e quasi sempre gli aiuti comunitari, che poi sono aiuti nazionali che tornano con regole europee, finiscono per essere assorbiti dal costo delle materie prime e quindi entrano nella formazione del costo di produzione. Tutto ciò è così vero che se l’azienda non percepisce gli aiuti per qualche errore della pubblica amministrazione, va in sofferenza in molti casi in quanto ha già in qualche modo anticipato gli importi. Esempio emblematico: le polizze assicurative che hanno un costo se acquistate in ambito agevolato con l’intervento pubblico e un altro se acquistate sul mercato libero e nel secondo caso il costo è decisamente più basso (anche tre volte inferiore).  E’ normale ? E’ possibile? Si drammaticamente Si.

Per sconfiggere questa cultura italica  occorreranno decenni e forse anche una scossa forte; gli anni in cui questo strano stato si è formato ha formato l’imprinting  della nostra gente e non c’è trippa per gatti. La questione meridionale esiste ancora, l’altra questione sabauda anche: cambiano le intensità e i colori dell’agire ma c’è una sorta di linea rossa, quasi invisibili ai più, che lega tutti gli italiani: equilibrismo amministrativo, economico, sociale e politico. Siamo un popolo di equilibristi.

Tornando ai campi, abbiamo creato un sistema di aiuti che di fatto oggi tiene in piedi le imprese. Non dovrebbe essere così, le imprese produco e vendono il loro prodotto di eccellenza, il risultato della propria fatica economica e fisica, l’espressione della loro terra e delle proprie tradizioni…..eppure se AGEA o la Regione non paga un aiuto l’azienda entro in crisi, il bilancio langue, si rischia di chiudere.

Questo cari lettori vi sembra normale?  Questo vi sembra sano ? Stiamo creando un popolo di agricoltori dipendenti da aiuti. Non tutti certamente e per fortuna, ma molti lo sono.

Con l’introduzione dei titoli abbiamo introdotto la rendita di posizione, con il disaccoppiamento, abbiamo slegato l’aiuto alla produzione, due elementi devastanti per gli equilibri economici della nostra Agricoltura.

Gli aiuti andrebbero dati per produrre meglio, per fare invasi per l’acqua, per favorire la divulgazione tecnica, per consentire la creazione di strutture di mercato, per competere in Italia ed in Europa, per produrre in maniera più moderna, per produrre in maniera più sana e in generale: per produrre cibo.

Si è iniziato a parlare di nova PAC post 2020, oggi di parla di agricoltore attivo, nella prossima programmazione di agricoltore genuino. Molto probabilmente vincerà la lobby degli ambientalisti e le risorse per la PAC saranno di meno e comunque con un occhio sempre più attento alla gestione dell’ambiente antropizzato e non.

Certamente è legittimo chiedersi se così gli aiuti non siano scarsamente utili, se rischiano di essere assorbiti dal substrato dei costi di produzione, se servono alle aziende per chiudere i bilanci ma se  non creano soddisfazione e tranquillità imprenditoriale, soddisfazione economica ed autorevolezza sociale a che cosa servono ?

Gli Aiuti devono servire a garantire che gli agricoltori continuino a lavorare, che l’agricoltura sia una attività dignitosa e anche  in grado di dare orgoglio e prospettiva. Che sia in grado di attrarre i giovani. Allora interveniamo su questo e cioè su quei limiti che impediscono il ricambio generazionale e la possibilità di crescere- Proviamo ad indicarne qualcuno:

  1. accesso alla terra
  2. accesso all’innovazione
  3. accesso ai mercati
  4. migliori infrastrutture
  5. migliore ruralità
  6. migliori servizi
  7. tutela dai danni climatici e dalle crisi di mercato

…… non è poca cosa, ma è quello che serve !

  

Sull'Autore

Simone De Rossi

Simone De Rossi

Agronomo

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial