NientediPersonale.com

CAFFE’ AMARO/La legge elettorale è pessima, e i grillini?

CAFFE’ AMARO/La legge elettorale è pessima, e i grillini?
ottobre 28
08:25 2017

Sulla legge elettorale ho detto più volte quel che penso: è pessima, perché non garantisce né la rappresentanza né la governabilità, che dovrebbero essere i fondamentali di quel testo.

Oggi mi preme sottolineare, però, i comportamenti del M5S in questa vicenda. Ascolto Radio radicale, seguo il dibattito, e sento che i parlamentari grillini gridano, schiamazzano, alzano cartelli, insultano, ma non discutono. Si sono bendati, scimmiottando malamente Marco Pannella, quando si imbavagliava. Ma Pannella era un democratico sostenitore della democrazia parlamentare, un radicale libertario, che praticava certi comportamenti, il digiuno, il bavaglio, l’assunzione di droghe leggere, come lotta di una piccola minoranza che non disponeva né di un grande partito, né di un numeroso gruppo parlamentare. Il M5S invece ha un numeroso gruppo parlamentare, guidato autoritariamente da Grillo e dalla Casaleggio. Dispone di grandi mezzi di comunicazione e anche di tante benevolenze dei media. I suoi comportamenti scomposti nelle aule parlamentari sono solo il segno del disprezzo nei confronti di istituzioni in cui non credono. Ho sentito violenti discorsi contro i nominati. In effetti i nominati sono una vergogna. Ma i parlamentari grillini sono nominati due volte: una volta dagli amici e dai parenti attraverso pochi voti sulla rete, la seconda volta da Grillo che li mette nella testa di lista. Ho sentito anche la dichiarazione di voto finale di un grillino che attaccava violentemente la sinistra di ieri, compresi i Ds. Ma la cosiddetta sinistra di oggi, taceva. Questo parlamentare tra l’altro ha detto che la Costituente fu opera di Pertini e Calamandrei. Pertini ha tanti meriti, ma non quello di aver scritto la Costituzione. Ha taciuto invece il nome di Nenni che fu ministro alla Costituente e soprattutto ha taciuto i nomi del Pci, Togliatti e Terracini che fu Presidente dell’Assemblea, e della Dc di De Gasperi e di Moro.

Faccio queste osservazioni anche per dire che la polemica del Mdp e della Sinistra italiana nei confronti del Pd di Renzi è comprensibile. Ma il loro silenzio sul ruolo e i comportamenti dei grillini, in Parlamento e fuori, è un brutto segnale.

 

Sull'Autore

Emanuele Macaluso

Emanuele Macaluso

Politico, sindacalista e giornalista italiano

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial