NientediPersonale.com

E’ il paese della vergogna, che tutela i forti e massacra i deboli e i marginali

E’ il paese della vergogna, che tutela i forti e massacra i deboli e i marginali
giugno 28
07:56 2017

Banca Intesa tre anni fa dalla rivalutazione del capitale sociale di banca Italia “ guadagnò “ sui suoi indici patrimoniali 2,2 mld di euro. Intervenendo sulle due banche venete ha evitato di contribuire al Fondo Interbancario di salvataggio pari a 2,5 mld per coprire i 12,5 mld di depositi sotto i 100 mila euro. Anche gi esuberi il cui costo è stimato in 1,2 mld di euro a carico pubblico.

Tre anni fa il direttore generale di Banca Italia divenne ministro delle finanze del Governo Letta . Decise di rivalutare il capitale sociale della Banca d’Italia che era di 156 mila euro. Contro ogni criterio di ragionevolezza il capitale sociale fu portato a 7500 milioni di euro . In tal modo le banche socie migliorarono notevolmente i loro indici patrimoniali. Più di tutte proprio Banca Intesa che oggi ha rilevato le due banche venete e “scaricato” sul contribuente italiano un esborso potenziale di 17 mld di euro. Banca Intesa era la maggiore azionista di Banca Italia detenendo il 30,3% delle azioni.
Chi fece la valutazione? Tre “ saggi” tra i quali un banchiere di Goldman Sachs ! L’economista Zingales affermò che la rivalutazione di capitale era sovrastimata di 4 mld di euro. Inoltre contrariamente a quanto disposto dalla legge 262 del 2005 che prevedeva che il capitale di Banca Italia tornasse in mano pubblica Letta/Saccomanni oltre alla rivalutazione decisero attravesro la legge anche la REDISTRIBUZIONE delle quote sempre però tra banche private . La “sinistra”di palazzo non è nuova agli aiuti alle banche!
Chi ricorda la incredibile legge che legittimava l’anatocismo trimestrale dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale? . Cosa dire infine di un paese come il nostro con aumento della povertà, problemi di ristrutturazione industriale , problemi bancari , di pressione fiscale che mantiene nei forzieri 2452 tonnellate di oro rese “inutili” dopo che 46 anni fa fu dichiarato INCONVERTIBILE il dollaro in oro.?
Eppure Banca Italia può vendere oro con un controvalore annuo di 10 mld di euro. Tornando a Intesa la quota rivalutata ammonta a 2.272. milioni rispetto ai poco più di 47 mila euro posseduti prima della rivalutazione. Soldi che hanno migliorato gli indici patrimoniali come richiesto da Eba e da Basilea III e senza chiedere soldi agli azionisti. Inoltre i dividendi futuri passano da 70 milioni complessivi per tutti i soci di banca italia, a 500 milioni. Un mare così copioso di soldi pubblici avrebbe dovuto avere un riscontro maggiormente positivo nella vicenda delle banche venete? Invece no . No perché gli occupanti di Palazzo sono probabilmente in conflitto di interesse con un sistema bancario stracolmo di sofferenze accumulate non solo a causa della crisi ma anche per cattiva gestione. Vedi i crediti erogati da Mps , Banca Popolare di Vicenza e così un po dappertutto.

Sull'Autore

Erasmo Venosi

Erasmo Venosi

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




live euronews

Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial