NientediPersonale.com

Con i nostri soldi riempiranno le banche che hanno svuotato

Con i nostri soldi riempiranno le banche che hanno svuotato
Dicembre 29
07:58 2016

Questa faccenda del Monte de’ Paschi e delle altre banche non riesco a reggerla: i toni smorzati, i ragionamenti su quanti soldi servono e come trovarli; la tranquillità con cui si parla di decine di miliardi, come se non si ponesse alcun problema su chi deve tirarli fuori e perché. Si usano formule asettiche: crediti deteriorati, sofferenze…
Ma che delicatezza! Detto così, non sembra nemmeno che la cosa sia non dico grave, ma seria. Allora, proviamo a rimettere le parole a posto: i soldi non svaniscono: passano da una tasca all’altra. Se non sono dove dovrebbero essere, qualcuno li ha rubati. Punto!
Le banche non riescono a riavere indietro i soldi prestati? E davvero non conoscevano la prima cosa su cui una banca si informa, quando presta soldi, cioè la capacità di chi li prende di restituirli? Ma a chi vogliono farlo credere! Delle due l’una: se si tratta di banche così fesse da farsi fregare i soldi, meglio che chiudano; se sapevano che non li avrebbero rivisti i soldi, peggio mi sento, sono state complici della dissipazione, se non proprio del furto, dei soldi dei loro soci e correntisti.
Insomma, in un caso e nell’altro, queste banche devono chiudere. Salvarle (ovvero regalare loro soldi nostri), vuol dire rimetterle in condizioni di fare danni pazzeschi, che possono mandare gambe per aria un intero Paese. E perché mai, quando guadagnano, loro si mettono in tasca i dividendi e quando falliscono, mettono le mani nelle nostre tasche?
Chissenefrega che il Monte de’ paschi sia la più antica banca: se sono in grado di sopravvivere, faremo il tifo per loro; se deve resuscitare ammazzando noi, che muoia il Monte. E lo stesso per la Popolare di Vicenza, la Veneto Banca, la Banca Etruria e via di seguito con il rosario di covi di incapaci, nella migliore delle ipotesi.
Alcuni giorni fa, a Catania, mi raccontavano che a un povero Cristo, per un debito di settemila euro, la banca ha messo all’asta la casa che ne valeva 350mila ed è stata svenduta (regalata?) per 41 o 45 mila, non ricordo. Beh, scusate, perché non devono andare all’asta i beni, i palazzi, le sedi del Monte de’ Paschi e delle altre banche sbancate dai loro stessi amministratori? I debiti dei piccoli sono debiti da estinguere anche con la vita stessa del debitore (qualcuno si suicida) e le voragini aperte dalle banche nei conti del Paese sono “sofferenze” (nostre, tra l’altro)? E dove sono le galere che ribollono dei responsabili di cotanto disastro da far traballare il Paese? Invece di una cella da dividere con i topi, liquidazioni d’oro?
Qua abbiamo i signori del governo che rassicurano: 20 miliardi “bastano”. “Bastano”!!!! Ma li mejo accidentacci vostri: siete quelli che hanno tolto (sì, che sempre governo Renzi è per interposto travicello Gentiloni) 50 milioni già messi a bilancio, per i malati di cancro di Taranto e poi tirate fuori 20 miliardi come se niente fosse? E da dove li cavate? C’entrerà qualcosa che quasi ogni banca abbia un politico (o più) “di riferimento” che traeva vantaggi per sé o per la propria cordata dall’incenstuoso rapporto?
Date solo uno sguardo alle prime pagine dei quotidiani di oggi; anche solo i titoli grossi… Come si arriva al disastro attuale? “Chi svuotava. Chi non vigilava. Chi faceva il palo” (Il Fatto). “De Benedetti, Marcegaglia & C. Mps regalava soldi ai ricchi. E salvarlo costa 250 euro a famiglia” (Libero). E non ce la caveremo con 20 miliardi, pare: “Banche: servono 50 miliardi” (Il Giornale). “Il Tesoro: garantite tutte le banche” (Il Corriere della sera): peccato non abbia garantito pure noi, dalle banche. La Stampa non mette nemmeno un accenno in prima pagina: non è rimasto spazio, dopo quello dedicato all’enorme foto della “principessa di Guerre stellari” che ci ha lasciato.
Ma che carini: cosa non farebbero per non darci preoccupazioni. Fregature sì.

Sull'Autore

Pino Aprile

Pino Aprile

1 Commento

  1. salvatore sinagra
    salvatore sinagra Dicembre 29, 18:58

    Brechtiano

    Replica al commento.

Scrivi un commento

Rispondi

Cerca nel sito

Seguici su

Iscriviti al blog tramite email




Commenti Recenti

Questo discorso sulla laurea in giurisprudenza è molto pernicioso. L'amministrazione prevede un sistema articolato...

Miccichè usci dal governo Lombardo lasciando aperta la porta agli inciuci di Lumia e Cracolici,...

Mi permetto di sottolineare che, se è vero che Armao sia stato uomo della squadra...

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial